Letteratura

Tiresia, l’indovino cieco

La figura di Tiresia, personaggio già di tradizione classica, è giunta sino a noi come emblematica dell’indovino, percorrendo un filo rosso che si snoda da Omero fino ad Andrea Camilleri.…

Il marchio della violenza

È particolare il destino dei Sudamericani nati negli anni Cinquanta: una condanna alla violenza, un segno indelebile e inevitabile sulle loro vite. Così Roberto Bolaño narra in L’Ojo Silva, racconto contenuto…

Un collare per una pelliccia

Palocco (1990), racconto lungo o romanzo breve moraviano, è una storia sulla meschinità umano-borghese verso una donna ingenuamente estranea alle dinamiche relazionali con l’altro sesso. Cresciuta in convento, Lola, infermiera…

La scuola di libertinaggio

Le 120 giornate di Sodoma è la più celebre opera del Marchese de Sade, libertino francese che verrà più volte arrestato per le sue perversioni. La stesura primaria del romanzo…

Sognate metamorfosi

Nel 1951 la quarantacinquenne Lalla Romano apre, con le sue Metamorfosi, la collana Einaudi dei “Gettoni”, discostandosi dalla pittura portata avanti sin dall’adolescenza e abbracciando la parola scritta come nuovo…

Un uomo e la sua ossessione

Un libro appeso ad un filo logorato dalle forze naturali. Un professore logorato dalla propria ossessione. Il ready made malheureux (1919) di Duchamp diviene il parallelo simbolico del disfacimento di…

Al di qua di ogni metamorfosi

Tra i maggiori autori della scena tedesca, Rilke stende quello che viene considerato un breviario non tanto d’arte quanto di vita (Lettere ad un giovane poeta, 1929), raccogliendo le lettere…

La biblioteca perduta

Auto da fé (Die Blendung), è il primo e unico romanzo di Elias Canetti, pubblicato nel 1935. Dopo essere stato osteggiato dal regime nazista, il libro troverà nuova fortuna a…

Fitzgerald e i luminosi anni ’20

Prima del successo de Il Grande Gastby, Fitzgerald con Belli e dannati (1922) svela già luci e tenebre della società tanto splendida quanto contraddittoria del boom economico americano. L’America degli…

Tutto è strepito e luce

La Notte è l’ultima parte del celeberrimo Giorno pariniano, uscita postuma nel 1801. Al suo interno l’autore propone un confronto fra la notte medievale e la notte moderna, contrapponendo i…

Le cinque luci di Mandorla

Mandorla è una bambina di sei anni. La sua storia, un viaggio alla ricerca di un padre e di sé stessa, è raccontata da Chiara Gamberale nel suo sesto romanzo:…

Misero silenzio di un suicidio

In L’ultima giornata (1883) Verga dipinge il dramma di una morte in sordina consumatasi ai bordi di una Milano in festa la domenica dell’Ascensione. È l’uomo dal dorso curvo che…

Icaro in volo verso la realtà di Parigi

L’edizione Einaudi dell’Icaro involato di Raymond Queneau (1968) riporta in copertina una domanda: “Che cosa accade quando il personaggio di un romanzo fugge?”. Attorno a questa domanda, infatti, ruotano la…

L’inerte attesa di Godot

Affrancati da qualsiasi vincolo, i vagabondi protagonisti di Aspettando Godot (S. Beckett, 1952) si trovano reclusi nella loro stessa indolenza. Un albero, un uomo e la scarpa che non si…

Pietro, burattino con gli occhi chiusi

Come tutti i romanzi di Federigo Tozzi, anche Con gli occhi chiusi è ricco di autobiografismo e nelle sue pagine, nella storia tra Pietro e Ghisola, l’autore senese fa emergere una…

Contrabbando e proibizionismo a West Egg

Sulle coste della Long Island dei ruggenti anni Venti si staglia imperiosa la casa di Jay Gatsby, un personaggio tanto solitario quanto misterioso, protagonista del celebre romanzo di Francis Scott…

Bolaño: il trauma incomunicabile

Il racconto Compagni di cella di Bolaño, parte della raccolta Chiamate telefoniche (1997), mostra una situazione di incomunicabilità fra i protagonisti, conseguenza del trauma della prigionia da essi subita durante…

Mr Hyde: il brutto estetico

Durante l’epoca vittoriana, nel 1886, Robert Louis Stevenson firma e pubblica la sua opera più celebre: Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde (Strange case of Dr.…

Pasolini: Una storia da non raccontare

Romanzo. Una parola che si vede scritta sulle copertine dei libri dalla fine dell’Ottocento fino ad oggi. Un’opera di finzione, un oggetto innocuo. Eppure molti romanzi abbiamo letto sono stati…
Don`t copy text!